La risposta sessuale, sia nelle donne che negli uomini, consiste in due fasi separate: la fase dell'eccitazione caratterizzata da una reazione fisiologica localizzata (dilatazione vascolare degli organi genitali, lubrificazione vaginale, inturgidimento e arrossamento delle pareti vaginali), e la fase orgasmica dovuta ad una reazione involontaria di certi muscoli genitali che produce una forte sensazione di piacere. 
La caratteristica principale del Disturbo dell’eccitazione femminile è la persistente o ricorrente incapacità di raggiungere, o di mantenere fino al completamento dell’attività sessuale, un’adeguata reazione di eccitazione sessuale attraverso la lubrificazione e la tumescenza.


Esso può essere: 

primario, dove la fase di eccitazione non è stata mai raggiunta in nessuna situazione e con nessun partner; 

secondario, dove la fase di eccitazione, almeno in piccola misura, è stata sperimentata;  

generalizzato, dove l’eccitazione non è presente in tutte le situazioni e con tutti i partner; 

situazionale, dove l’eccitazione è inibita solo in certe situazioni e con certi partner. 

Molto spesso le donne che soffrono di un Disturbo dell’eccitazione sessuale soffrono anche di un Disturbo dell'orgasmo.  

Vi sono però dei casi nei quali la reazione orgasmica rimane inalterata in seguito alla stimolazione sessuale pur in assenza di eccitazione ovvero di una lubrificazione e tumescenza adeguate.
Le donne con Disturbo dell'eccitazione considerano l’esperienza sessuale come un compito e non come un piacere.

Il lavoro terapeutico consiste nel far apprendere che l’attività sessuale è un gioco per il piacere.


L’orgasmo femminile può essere facilmente condizionato dai meccanismi del “trattenersi” e del supercontrollo che sono, probabilmente, fondamentali nella patogenesi di questo disturbo.
Molto spesso all’origine di una situazione di anorgasmia c’è la presenza un effetto inibitorio dell’ansia durante il rapporto. Tale ansia può essere dovuta inizialmente alla novità, a paure sessuali, a traumi pregressi (es. abuso sessuale), a un rapporto non adeguato col partner, al timore di perdere il controllo (e di fare o dire qualcosa di sconveniente), ecc.
A causa di tale ansia la donna ha paura di “lasciarsi andare” e si “trattiene” di fronte alla sensazioni sessuali, nel momento in cui esse diventano più intense. Col passare del tempo tale meccanismo di controllo si rafforza sempre di più fino a diventare automatico e a non poter più essere controllato volontariamente. La donna, quindi, non sperimenterà più l’orgasmo nemmeno quando è calma, innamorata, propriamente stimolata e reattiva per ogni altro verso.
In alcuni casi quest’ansia può diventare ansia da prestazione. La donna insegue continuamente l’orgasmo, come dimostrazione di normalità e di amore per il partner, accelerando ad ogni costo l’evento e cercando di “sentire” quanto più possibile. Proprio tale eccessiva attenzione impedisce, ancora una volta, il lasciarsi andareall’immaginazione e alle proprie emozioni, rendendo il rapporto troppo limitato alla sua concretezza. 
L’obiettivo primario della terapia è quello di diminuire o eliminare il supercontrollo involontario del riflesso orgasmico. 
Il trattamento consiste nell’insegnare alla paziente a focalizzare la sua attenzione sulle sue sensazioni premonitorie associate all’orgasmo. La paziente deve imparare a non rinnegarle e per questo deve essere distratta dal ipercontrollo inibitorio che ha esercitato inconsciamente su questa reazione. Per eliminare il supercontrollo e l’inibizione la paziente si impegna in esperienze sessuali prescritte, studiate in modo da insegnarle a smettere di intralciare il naturale processo della scarica orgasmica.
Tramite la psicoterapia, inoltre, si cerca di promuovere la presa di coscienza e la risoluzione dei condizionamenti culturali e educativi che hanno originariamente spinto la paziente a “trattenere” il suo orgasmo. 


Il nostro centro per la cura dei  disturbi sessuali con sede a Catania, Reggio Calabria, palermo prevede un trattamento di Psicoterapia.

La psicoterapia è curata dal Dott. Mariano Indelicato, psicologo - psicoterapeuta ad indirizzo sistemico  relazionale.

La psicoterapia dei  disturbi sessuali  prevede un ciclo di 7 - 8 sedute settimanali e bisettimanali e si basa sul trattamento dei disturbi ansiosi e su esercizi tecnici per avere  rapporti sessuali sereni. 

 

Disturbi Sessuali Maschili

 

 

22858575 22852950 (`@````````` 266 263 5 110183775 110178150

Riceve a:

Catania - Via Padova n. 83             Tel. 095 505935

Palermo -.Via Li Donni, 7

Reggio Calabria - Via del Torrione 55 - Tel. 0965 811855

Linguaglossa - Via Pio IX, 2

Messina - Via Sant'Ermanno 1 -       

Consulenza Psichiatrica

Dott. Vito Fabio Paternò

Consulente dell' Ospedale
"San Raffaele" Milano

Via Padova, 83 - Catania

347 4601693

www.cesidea.it

Centro Siciliano Terapia di Coppia 

Via Padova, 83 - Catania 

 393 9838239

www.psicoterapiacoppia.it


<

Googlerank, pagerank di GoogleeXTReMe Tracker